Attiva la cartina
 

Puiche [Puicha]

Puiche, oltre ad essere la più vistosamente isolata, è la più piccola borgata di Sappada (appena 16 abitanti - dati relativi al 2000) e appare pressoché speculare, quanto a posizione, a borgata Ecche, sul ciglio del versante opposto della vallecola del rio Puiche. Il toponimo della borgata e del torrente che la lambisce ricalca il termine che nel dialetto locale designa il faggio, con evidente riferimento alla vegetazione dei sovrastanti boschi.

Il nucleo storico si concentra sul dosso sporgente dal profilo del versante settentrionale della vallata sappadina, ritagliato tra i torrenti Puiche e Fauner, tra i quali inclina sensibilmente - per evidenti motivi di esposizione alla luce solare - verso il primo, alla quota media di m 1275, perfettamente corrispondente all'altimetria di Ecche.

Si staglia in posizione dominante, presso il ciglio della scarpata del rio Puiche, la cappellina della Madonna del Rosario, un tempo dedicata alla Vergine Assunta, costruita nel 1901 da Giorgio Piller Puicher. La vicina fontana ripete l'associazione, riscontrabile come caratteristica ricorrente in diverse borgate, di due degli elementi fondamentali di condivisione degli abitanti dell'insediamento.

In posizione immediatamente arretrata, sui pendii prativi del versante che qui si protende dal Monte della Piana, è appena una manciata di abitazioni, con esemplari di notevole interesse dell'architettura locale ad incastro di travatura, tra i quali spicca casa Puichar, ampiamente sviluppatasi ad oriente a partire da un'entità di tipologia classica, con conseguente soprelevazione e spostamento del colmo del tetto.